Il Collie

IL COLLIE (PASTORE SCOZZESE)20151011_105539

Nessuno è mai stato in grado di risolvere con certezza il problema delle origini della razza.

Mentre nei manoscritti antichi si possono trovare attente descrizioni di cani antichi anche 2000 anni, non è possibile trovare alcuna descrizione del Collie prima di arrivare al XIX secolo. Inoltre tutte le descrizioni dei cani da fattoria dei secoli passati non rappresentano il Collie.

Forse quando i Romani invasero l’Inghilterra ,i cani che certamente li accompagnavano rimasero lì, prima o poi incontrarono i cani dei Pitti e degli Scozzesi , e si incrociarono con essi.

L’unica cosa certa è che la selezione deve essersi basata esclusivamente sulle capacità di lavoro e sull’istinto del gregge.

Successivamente con il fiorire delle esposizione cinofile venne fissato un tipo.

Il nome Collie è stato scritto in molte maniere differenti: Coll, Colley,Coally,Coaly. L’opinione più accreditata è che la parola col in Anglo-Sassone significasse Nero e che questi cani venissero chiamati così per collegamento con la pecora dal muso nero tipicamente scozzese (Black Face e Suffolk).

Lo scrittore Chaucer ne “I racconty di Canterbury” dice :”…il nostro cane Ran Coll”.E poi continua :”il nostro cane Ran Coll e Talbot e Gerlond”. Ran Coll non era il nome del cane perché Talbot era il cane da caccia e quindi Chaucer stava nominando tre diverse tipologie di cani dell’epoca.

Verso la fine del 18esimo sec.la razza si era stabilizzata abbastanza da essere ideP1010258ntificata come Collie.

Presto questa magnifica razza conquistò immediatamente un vasto pubblico.

Citerò alcuni nome di Collies importanti del passato: Old Cockie che visse dal 1868 al 1882, Old Mec che entrò in scena un paio d’anni dopo. Spesso i due campioni si scontrarono sui ring! Mec era tricolore nero,Cockie sabbia e bianco. Poi Trefoil, è il maschio a cui risalgono tutti i pedigrees degli odierni vincitori. Tricolore anch’esso, aveva il dono di trasmettere il suo lunghissimo mantello ai figlia così come facevano i suoi fratelli Tartan e Tricolur. E poi menzioniamo Scott di Mr.Brackenburg nato nel 1873 che giocò un ruolo fondamentale nella storia del Blue-Merle grazie al kennel di Mr.Arkwright che lo utilizzò per fissare la sua meravigliosa sfumatura.

Nel 1879 nacque il grande Ch.Charlemagne da Trefoil e Maude (da Old Cockie e Meg,da Old Mec).

A cinque anni questo spettacolare sabbia e bianco divenne padre di Sefton che ebbe la sorte di generare il Ch.Metchley Wonder che fu famoso in tutti i tempi.

Poi citiamo Ch.Christopher il cane con la più bella testa mai vista.

Nel 1907 nacque Ch.Ormskirk Foxalla che ebbe fama assoluta che generò campioni imbattuti.

E poi,a memoria cito,Ch,The Lair df Killartry, Chancellor,Danvis Driver, Scottish Hero,Emerald,Nightshadowing,Ch.Beulah’s Silver Don Mario… nomi impressi nella memoria degli amanti della razza ma soprattutto nel suo DNA.

Alcune femmine del passato non sono state meno importanti dei maschi,ovviamente.

Ricordo Eva figlia di Tricolour, madre di Seedley Sagacity, Denny Dinah da cui otto generazioni dopo,emerse Beulah’s Night Black che fu fattrice fuori dal comune.

Flora, Lucibel of Ladypark, Lass of Ladypark, Lassies’s Return, Leila,Ch.Danvis Deborah…e via e via…

Il primo Standard venne tracciato nel 1881.Grace detta Polly

Il Carattere del Collie

Il Collie non è adatto a tutti i padroni umani: la grande intelligenza e lo straordinario istinto che possiede gli fanno comprendere ciò che è giusto e ciò che è sbagliato e quasi quasi lo mettono in una posizione tale che è lui a giudicare noi e non viceversa.

Le poche persone capaci di avvicinarsi a lui con simpatia e affetto e nello stesso tempo con fermezza dovranno anche rispettarlo e ricordare chi è un compagno con il quale dividere la propria esistenza.

Se viene accolto in casa, ci sarà un periodo in cui studierà le persone e se non ben interpretato potrebbe chiudersi in sé stesso irreparabilmente.

Con il Collie non serve gridare anzi è proprio deleterio, bisogna sussurrare. L’ordine deve essere più simile ad un invito che ad un’imposizione.

Una volta,però,conquistata la sua fiducia, non troverete mai un altro cane capace come lui di entrare nelle pieghe più recondite del vostro animo. Vedrete voi stessi riflessi nei suoi occhi a mandorla e spero vi piacerà quello che vedrete. Ciò tuttavia dipende solo da voi.

Nota personale

Da bambina sognavo il Collie, desideravo da morire averne uno. Alcuni negli anni ne ho conosciuti e anche avuti per brevi periodi mentre lavoravo al rifugio del cane.

Adesso ne ho due. Tutti mi hanno insegnato una sola cosa: non prendete un Collie se non siete in grado di mettervi in gioco fino in fondo. Callum in particolar modo e Grace detta Pollicina (che purtroppo ci ha lasciati) mi stanno davvero insegnando che con i cani non si ha MAI finito di imparare!

Appello

Il Collie è un cane che per motivi vari è scarsamente utilizzato come cane da lavoro. Il mio appello è rivolto a tutti gli amanti di questa meravigliosa razza: fate fare qualcosa al vostro Collie! Obedience, Agility, Sheepdog… Un tempo i Collie erano addestrati come Cani per Non Vedenti. In tempo di guerra facevano il cane sanitario o portaordini. Callum si è rivelato straordinariamente adatto alla Pet-therapy!

?????????????

 …. & more:

 

Share This: