Diario Raduno PitBull & Amstaff

Negli ultimi tempi sono arrivati al mio centro cinofilo moltissimi pitbull e Amstaff, non più cuccioli nella maggior parte dei casi, con seri problemi comportamentali legati ad una non corretta interpretazione della razza da parte dei proprietari e dei sedicenti istruttori che li avevano avuti in mano. Cani estremamente aggressivi verso i loro simili o addirittura socipatici, incapaci di ascoltare il loro umano  o di eseguire il più semplice comando. Tuttavia, in brevissimo tempo,parlo di due o tre ore di lezione!, gestiti e guidati correttamente, questi stessi cani sono stati in grado di cambiare (a volte più in fretta del loro proprietario,e di poter lavorare in campo insieme ad altri cani anche dello stesso sesso. Questo cambiamento ,mi sono resa conto, avveniva più in fretta in questi “bulli” che non in cani più frequentemente dipinti come “angelici”.  E allora abbiamo pensato di organizzare una Giornata speciale dedicata a questi “banditi”per presentarli in una luce diversa:non cattivi e sanguinari nè mammolette senza spina dorsale però.Cani fortemente empatici e sensibili ,con uno spirito combattivo e guerriero che va gestito e incanalato in modo sapiente senza falsi pietismi. Cani che non devono essere le proiezioni di persone con problemi di autostima (oggi sono gentile),ma esseri intelligenti e umano orientati!

I cani ,tutti,sono frutto dell’uomo, sono una nostra responsabilità,nel bene e nel male. Solo attraverso la conoscenza ,il rispetto e una corretta cinofilia si potrà arrivare a divertirsi davvero, amici per sempre a due e a 4 zampe!

Share This:

Potrebbero interessarti anche...