Cane da ricerca di cellulari

Kassel: Hessens erster Handyspürhund vorgestellt

Kassel: è stato presentato il primo cane da ricerca di cellulari di Hessen

Kassel: non di rado c’è chi cerca spacciare droga o di introdurre in modo illecito telefoni cellulari presso il penitenziario JVA Kassel I, dove per esempio, sono già stati sequestrati circa 15 telefoni cellulari, come riporta il direttore del carcere. E mentre i cani antidroga vengono da lungo tempo utilizzati nelle carceri, ora il primo cane da ricerca di telefoni cellulari ha preso servizio ad Hessen; si chiama Bono ed è un pastore belga, che è stato presentato venerdì nel carcere di Wehlheiden.

(…)

L’utilizzo di cani da ricerca di telefoni cellulari in strutture di correzione è in fase di sperimentazione come una nuova e ulteriore possibilità di impedire la comunicazione non controllata dei prigionieri con il mondo esterno. Con i telefoni cellulari i detenuti influenzano, minacciandoli, testimoni, facilitano l’organizzazione di traffico di droga, la creazione e il mantenimento di organizzazioni estremiste (ad es. per quanto riguarda radicalizzazione islamista) di concerto con gli scafisti che favoreggiano l’immigrazione clandestina, rapimenti, inviano foto delle strutture carcerarie o di persone, scaricano siti illegali (pornografia infantile, siti di radicalizzazione islamista), comunicano ovviamente con l’esterno, per esempio, sui social network o accedono alla cosiddetta “darknet”.
Bono si è formato presso la Sezione cinofila della Polizia nel Land Sachsen-Anhalt. Si è specializzato nella ricerca di prodotti di telefonia mobile (anche parti di essi). A tal fine è stato formato per la ricerca di batterie Li-ion (al litio), di telefoni cellulari con e senza batteria, smartphone e carte SIM. Lui è in grado di individuare telefoni cellulari e pezzi di cellulari su e in veicoli a motore, in aree chiuse (ad esempio nelle celle di detenzione), in spazi esterni, in magazzini, in officine e garage, se nascosti nei vestiti delle persone, in bagagli o su persone.

Metodo di lavoro

I cani da ricerca di cellulari e di componenti di cellulari lavorano non condizionati dalle frequenze dei telefonini stessi: loro sono stati condizionati agli odori dei componenti hardware dei telefoni cellulari; le frequenze di telefonia cellulare sono in costante evoluzione e si sono espanse in modo tale che si è costretti ad utilizzare dispositivi che servono all’individuazione dei telefoni cellulari ( i “Mobi – Finder”) sempre nuovi, mentre i cani sono – a differenza dei ” Mobi – Finder” – in grado di trovare telefoni cellulari che sono anche spenti. Inoltre i cani riescono a localizzare i cellulari nascosti più velocemente del “Mobi – Finder” .
I cani da ricerca di cellulari però – a differenza dei cani antidroga – devono essere utilizzati, come regola, solo quando ci sono dei sospetti specifici. I cani antidroga sono in grado di effettuare controlli indipendentemente da persone/casi sospetti a causa delle forti esalazioni prodotte dalle sostanze stupefacenti, anche su gruppi formati da più persone o in più luoghi. Al contrario, a causa delle modeste esalazioni dei telefoni cellulari e dei suoi componenti, il cane da ricerca di cellulari viene utilizzato in casi/situazioni specifiche.

“L’impiego dei cani da ricerca di cellulari è un progetto pilota. Le nostre prime esperienze sono state positive. Vedremo ora cosa succederà nella pratica di ogni giorno. L’obiettivo è di evitare una comunicazione incontrollata dei detenuti con il mondo esterno ” , ha detto il ministro della Giustizia Eva Kühne – Hörmannbei. “Con i telefoni cellulari di proprietà di prigionieri non si mettono solo a repentaglio procedimenti penali non conclusi, per esempio influenzando testimoni, ma questi possono essere utilizzati anche per mettere in piedi organizzazioni estremiste o per organizzare altri reati”.
In den 16 hessischen Justizvollzugsanstalten werden insgesamt 7 Diensthunde eingesetzt. Diese Diensthunde werden von 4 Diensthundeführern geführt, die unregelmäßige und unvorhersehbare Kontrollen in den Justizvollzugsanstalten vornehmen. 6 der 7 Diensthunde sind Drogenspürhunde.

I cani in servizio

Nelle sedici prigioni della regione di Hessen vengono impiegati 7 cani. Questi cani sono seguiti da 4 istruttori rendendo così possiibili controlli irregolari e imprevedibili negli istituti penitenziari. Sei di questi cani sono antidroga.

Share This:

Potrebbero interessarti anche...