Australian Shepherd

AUSTRALIAN SHEPHERD

??????

La storia delle origini di questa razza è avvolta nel mistero. Alcuni dicono che la razza sia un mix di razze mandriane che arrivarono in America con i primi allevatori europei.
Altri dicono che la razza ebbe origine in Europa, andò in Australia e infine approdò in California e Nord America durante la Corsa all’Oro.
Gli esploratori britannici ai primi del 1600 non portarono pecore con loro ma gli allevatori che li seguirono sì, e con le pecore vennero i cani.
I cani inglesi da conduzione includevano il Dorset Blue Shags, lo Smithfield Sheepdog e il Cumberland Sheepdog. I primi due erano correlati al vecchio collie scozzese mentre il terzo eraun tipo di Border collie.
La Spagna tuttavia compare anche essa in modo consistente per quel che riguarda le immigrazioni che portarono animali verso il Nuovo Mondo. Le pecore Merino e la loro meravigliosa lana sono spagnole.
Immigranti dalla Scozia portarono il Collie scozzese un tipo di Bearded collie mentre i Gallesi portarono il Welsh Grey Sheepdog. Gli Irlandesi erano accompagnati dal Glenwerry Collie e i Francesi il Bovaro delle Fiandre.
Uno dei cani più popolari importati fu il Pastore Inglese English Shepherd, tale e quale un Australian Shepherd. Veniva chiamato collie da fattoria e poteva guidare le mandrie, proteggere la famiglia contro animali selvatici e malintenzionati umani. Non ci sono prove reali ma tutto sembra far pensare che l’English Shepherd fu l’antenato dell’Australian Shepherd.
Naturalmente, ogni zona aveva il suo tipo particolare di Collie da fattoria e i nomi erano i più vari: Spanish Shepherd, Bobtails, California Shepherd, Pastor Dog, Blues e New Mexican Shepherd.
Abbondano le storie su come esattamente la razza finì per essere chiamata Australian Shepherds: vecchie foto dell’epoca ci mostrano cani simili all’Aussie odierno in molte parti del Nord America specialmente nel West.

1900: un solo nome: Jay Sisler, un addestratore di cani davvero dotato che veniva dall’Idaho fu il promotore della razza più di ogni altro.
CRW_2354

Sisler passò 20 anni della sua vita viaggiando con i suoi “Blue dogs” nei rodei elettrizzando e divertendo migliaia di spettatori con gli esercizi che i suoi cani meravigliosamente addestrati sapevano eseguire.
Sisler ebbe Aussie prima che la razza fosse conosciuta come tale, acquistando Keno, il suo primo Blue dog nel 1939. La sua fattrice di fondazione Blue Star venne acquistata ad una fiera del bestiame. Il suo pedigree è sconosciuto ma accoppiata con Keno produsse due cani, Shorty e Stub, che divennero i più famosi cani da rodeo mai esistiti tanto che la Disney finì per produrre un film “Cowdog” che narrava le loro gesta.
Sisler non fu un allevatore nel senso classico del termine, non produsse centinaia di cuccioli ma quei pochi contribuirono a fissare le migliori linee di sangue della razza.

CHE TIPO E’ L’UMANO GIUSTO PER UN AUSSIE

L’Australian Shepherd non è e non sarà mai un cane per tutti. Ha l’argento vivo addosso specialmente per i primi due anni di vita, è un maestro nell’aprire porte, lucchetti e serrature varie. Non ama la solitudine. Non gli interessa affatto avere un enorme recinto o parco a disposizione se rimane sempre solo. Impara qualsiasi cosa, nel bene e nel male. Non accetta maltrattamenti. Ha bisogno di sentirsi utile. Vuole “ridere” e soffrire ma con voi. E’ fisicamente super dotato. La sua energia è inesauribile.
Se mal interpretato può diventare aggressivo e “pinzare” senza pietà. Ma nelle mani giuste non c’è cane che possa superarlo in qualsiasi cosa vogliate fargli fare: pastorizia, agility ,ricerca persone ,obedience, guardia ,pet-therapy, tracking. In California li usano per scovare le termiti prima che i dannosi insetti distruggano le case!

Non prendete mai un cane di questa razza se non siete disposti ad imparare tutto quello che il vostro Aussie vorrà insegnarvi!

I nostri aussies al centro sono Drover, insostituibile compagno di Daniela, e Fly (Leggi di più), la sua dolce ed indimenticabile amica (a sinistra).
Anche Rusty (sopra), figlia di Drover, fa parte della nostra grande famiglia! E non ci scoderemo mai di Easy (sotto)!

In più non possiamo certo dimenticarci del giovane Boomer che è già operativo in Veneto e ci supporta nelle varie attività che facciamo al centro!

10983852_10207421074034372_2192767570412066298_n

Share This: